INAUGURAZIONE UFFICIALE DEL MURALE DEDICATO AL PARTIGIANO GIORGIO VISINTIN

Giorgio Visintin ha svolto l’attività di partigiano combattente in giovane età sul confine italo iugoslavo tra Gorizia e Trieste. Nel 1944 fu assegnato al I battaglione della Brigata Garibaldi-Trieste con il nome di battaglia di “Tempesta”. Dopo la liberazione ricevette molte decorazioni per la sua attività di partigiano combattente.
È diventato cittadino di Segrate nel 1983 dove ricoprirà la carica di Presidente di ANPI-Segrate fino al 2008, poi presidente onorario fino al 2014, anno della sua morte. Ha dedicato gli ultimi suoi anni della vita alla redazione di una consistente opera di ricostruzione storica della “Guerra di Liberazione sui Confini Orientali”.
Il Comune di Segrate, Assessorato alla cultura, su suggerimento del CSA Baraonda e di ANPI-Segrate, ha deciso di dedicargli un murale, eseguito dal pittore Andrea Marrapodi nel 2017 nel cortile del centro Civico di Segrate Rovagnasco, per ricordarne la figura di partigiano e di cittadino di Segrate. La scelta del luogo, via Amendola, non è casuale, ma fa riferimento a dove Giorgio Visintinha vissuto, dove tuttora vive la sua consorte Paola Rizzo e dove era la precedente sede del CSA Baraonda,spesso visitata da “Tempesta”, che qui incontrava i giovani per parlare loro delle esperienze vissute da partigiano.
Il giorno 28 Aprile 2018 verrà affissa una targa ufficiale del Comune di Segrate e a partire dalle ore 16 sarà organizzata nella vicina cascina Commenda una festa popolare alla quale sono invitati tutti i cittadini.
flyer visintin

Liliana Segre senatrice a vita

Sono molto felice sia personalmente che come Presidente dell’ANPI Provinciale di Milano per la nomina di Liliana Segre a senatrice a vita. SEGRE

L’alta onorificenza che è stata conferita a Liliana Segre dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella costituisce un elevato e meritato riconoscimento per la instancabile azione di Liliana volta a tenere vivi i valori della Memoria, soprattutto tra le giovani generazioni, in una società che sembra vivere solo nel presente, nella quale si sta manifestando una sempre più pericolosa deriva antisemita,xenofoba, e razzista.

 

Roberto Cenati – Presidente Anpi Provinciale di Milano

Sabato 13 Maggio – Una gita a CUNEO

“Fedele alle sue antiche glorie guerriere ed alla sua forte tradizione patriottica, consacrava ogni sua migliore energia al movimento di resistenza. Per venti mesi ininterrotti, (…)

2000 caduti, 1000 assassinati, 2200 invalidi, 1400 deportati costituiscono il suo glorioso serto stillante sangue purissimo di eroi, dalla Patria riconoscente consacrati alla immortalità.

Cinta d’assedio e presa d’assalto dagli stessi suoi figli partigiani, unendo l’impeto degli assalitori alla insurrezione concorde dei cittadini, con una battaglia di quattro giorni per le strade insanguinate, seppe con le sole sue forze risolvere l’abbraccio filiale dell’ottavo assedio nel trionfo della liberazione.” (dalla Motivazione della concessione di medaglia d’oro al Valor Militare alla Città di Cuneo.)

104976872.jpg

Programma della giornata

  • 07.30 Partenza da Segrate
  • 10.30  Arrivo a Cuneo, incontro con ANPI locale, cerimonia al Monumento della Resistenza, visita alla lapide “ad ignominia” di Calamandrei
  • 11.45 Borgo San Dalmazzo, visita al Memoriale della Deportazione e al ghetto
  • 13.00 Pranzo in un ristorante tipico
  • 15.30 Quattro passi per Cuneo — Visita al Museo Casa Galimberti
  • 17.00 Partenza per Segrate

PER PRENOTAZIONI CONTATTARE

ALESSANDRA: 339.1034123

Giovedì 20 Aprile 2017 | GIOVANNI PESCE A DIECI ANNI DALLA SUA SCOMPARSA IL RICORDO DELLA SUA MILANO

unnamed

GIOVANNI PESCE – A DIECI ANNI DALLA SUA SCOMPARSA IL RICORDO DELLA SUA MILANO / LETTURE, MUSICHE, IMMAGINI

GIOVEDI 20 APRILE – ORE 21,00
PICCOLO TEATRO GRASSI
VIA ROVELLO 2

Ingresso fino ad esaurimento posti

Per prenotazione:
inviare una e-mail a: unavitasenzatregua@gmail.com
oppure telefonare all’ANPI – chiedere di Daniele Leonardi: 0276023372

LA PRENOTAZIONE E’ OBBLIGATORIA.

Comunicato stampa: nasce il COMITATO PER IL NO di Segrate

È NATO IL COMITATO PER IL NO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE E IL sì ALL’ABROGAZIONE DELL’ITALICUMDI SEGRATE

logo-comitato-no14

Il 29 GIUGNO 2016 si è costituito il Comitato per il NO alla riforma costituzionale di SEGRATE che fa riferimento all’analogo comitato istituito in ambito Adda – Martesana.

Nel Comitato ci sono associazioni, movimenti, forze politiche e sindacali, rappresentanti istituzionali e cittadini. Il suo scopo è promuovere dibattiti, conferenze, raccolta di firme e tutto quanto serve a realizzare lo scopo di convincere gli elettori a votare NO alle modifiche costituzionali in votazione.

L’adesione è aperta a chiunque si riconosca nei valori e nei principi della nostra Costituzione nata dalla Resistenza ed intenda lavorare per il No alla riforma del Senato, dal momento che le modifiche costituzionali proposte rafforzano l’esecutivo e svalutano la rappresentanza.

Tali elementi non significano affatto innovazione, al contrario approfondiscono la distanza sempre più preoccupante tra governati e governanti.

Inoltre le modifiche costituzionali combinate con la nuova legge elettorale, il soffocamento e compressione del ruolo delle autonomie locali, la disarticolazione dei corpi intermedi, portano uno stravolgimento dei contenuti della democrazia rappresentativa.

Il risultato di tale combinazione sarà un inedito “premierato assoluto” che realizza una esagerata concentrazione di poteri nelle mani del governo e del presidente del consiglio, attribuendo di fatto poteri eccezionali ad un unico partito, che potrebbe anche essere espressione di una minoranza di elettori. 

L’obiettivo è sviluppare sul nostro territorio una capiIlare campagna di coinvolgimento e di informazione che privilegerà il contatto diretto con le persone per una corretta e completa informazione sui contenuti dei provvedimenti di cui si chiede l’abrogazione. Sarà una battaglia difficile che riguarda tutti perché questi temi – che sembrano ingegneria istituzionale – hanno ricadute sulla vita quotidiana di ognuno di noi per la qualità della democrazia che producono.

La democrazia è come l’aria: solo quando è cattiva o viene a mancare se ne capisce il valore. Per questo è necessario difenderla e partecipare adesso, prima che sia troppo tardi.

Referenti del Comitato: Fernando Cristofori (portavoce), Ruggiero Destefano, Dario Giove, Andrea Micheli, Antonio Berardinucci

Primi firmatari: Alessandra Paoletich, Massimo Riboldi, suvana Zonta, Mario Sormani, Andrea Vittone, Antonio Ollvierl, Ferdinando Lorenzin, Luca Bertagna, Domenico Scarcella, Barbara Bianco, Bassiano Stopelli, Dante Bigaroli

Aderiscono al comitato: ANPI, PRC, SEL, Sinistra per Segrate, Giustizia e Libertà, Arci Pirola, I Valori della Costituzione.

Comitato per il NO nel referendum sulle modifiche della Costituzione SEGRATE

Info e adesioni: referendumsegrate@gmail.com

Facebook: Comitato per il NO – Segrate